Come aprire un Pub?

Come aprire un Pub?

November 17, 2019 0 By Sylvia Allegri

Sebbene possano essere di origine britannica, i pub sono ormai ben affermati da anni anche nel nostro Paese. Questi locali sono caratterizzati in genere da un’atmosfera calda e familiare, dal cibo in stile americano, televisioni che trasmettono eventi sportivi e un angolo bar completo e assortito di una vasta gamma di birre.
Per qualsiasi imprenditore, la diffusa popolarità dei pub crea una promettente opportunità di guadagno. Tuttavia, come accade per qualsiasi attività commerciale, per aprire un pub è necessario seguire un iter ben preciso. Ecco allora come procedere per avviare questa attività.

Creare un business plan

Il business plan include innanzitutto la ricerca di attività simili in zona e bisogna spiegare in che modo si intende guadagnare con il pub, nonché delineare la struttura della propria attività commerciale. Ad esempio, la maggior parte dei pub ha un tema particolare, come ad esempio lo stile inglese o irlandese oppure del far west. Ad ogni modo, all’interno del business plan occorre specificare queste informazioni in modo che gli investitori o i finanziatori possano valutare l’attività commerciale per originalità e plausibilità.

Scegliere tra proprietà libera locazione

Esistono tre modi in cui è possibile gestire un pub. In una proprietà libera, sarai il proprietario del pub, ma probabilmente avrai bisogno di accendere un mutuo. Tuttavia, i proprietari di pub possono generalmente negoziare degli sconti con i fornitori.
Con una locazione, invece, si prende il diritto di occupare il locale commerciale per un determinato periodo, che deve essere esplicitamente specificato nel contratto. Tuttavia, la locazione può essere rinnovata su consenso di entrambe le parti. Sotto una locazione, non puoi riassegnare il diritto di occupare, quindi non puoi subaffittare il tuo pub.
In un pub privo di vincoli, puoi scegliere con quali fornitori trattare. In un accordo legato, devi invece acquistare da fornitori specifici (una società che possiede una catena di pub o di birra, ad esempio). Tuttavia, la maggior parte dei pub è generalmente libera da questi vincoli.

Ottieni finanziamenti per la tua attività, se necessario

Se non hai abbastanza soldi per aprire il pub, dovrai cercare finanziamenti da una fonte esterna. Questo potrebbe presentarsi sotto forma di investitori o potresti ottenere un prestito commerciale da un istituto bancario. Mostra il tuo piano aziendale agli investitori o alla banca e utilizzalo per garantire il denaro necessario.

Dotare il pub degli arredi necessari

Avrai bisogno di bicchieri, piatti, posate, un bancone, tavoli e sedie, che dovranno essere rigorosamente di legno. Avrai anche bisogno di elettrodomestici per preparare il cibo e per lavare le stoviglie.

Richiedere la licenza per vendere alcolici e l’attestato HACCP

Prima di poter servire qualsiasi cibo o alcool, avrai bisogno di tutte le autorizzazioni necessarie. La richiesta della licenza per vendere gli alcolici va inoltrata all’ufficio competente del comune di appartenenza, mentre l’attestato HACCP si ottiene al temine di un apposito corso di formazione.

Creare il menù

Dovrai decidere quali bevande e cibi servire ai clienti del pub, quindi creare il menù in base alle tali scelte. Questo dovrà rispecchiare le caratteristiche del locale.

Assumere i dipendenti

Anche se il tuo pub è piccolo, avrai comunque bisogno di personale che ti aiuterà a gestirlo al meglio. Ciò potrebbe includere barman, cuochi, lavapiatti, camerieri e personale addetto alla pulizia del locale.

Farsi pubblicità

Una volta che avrai aperto il pub, dovrai pubblicizzare a fondo la tua nuova attività. Ciò potrebbe avvenire mediante la diffusione di volantini o la promozione di menù particolari attraverso i social network. L’uso di promozioni incrociate con altre attività non concorrenti può anche essere una buona idea in questo caso. Ad ogni modo, l’obiettivo sarà quello di far conoscere la tua attività ai potenziali clienti.