Come funziona Airbnb, se sei un padrone di casa

Come funziona Airbnb, se sei un padrone di casa

September 13, 2019 0 By Sylvia Allegri

Airbnb rappresenta una soluzione ottimale per trovare appartamenti da affittare per brevi lassi di tempo, scelta ideale soprattutto per i periodi di vacanza o di brevi trasferte di lavoro. Vediamo come funziona questo sito per coloro che sono proprietari di un appartamento e che intendono mettere in affitto il suddetto.

Il portale di Airbnb, per i proprietari della casa, necessita come prima cosa della registrazione sul sito, proprio come accade nel momento in cui si vuole cercare un appartamento: i dati anagrafici e quelli di contatto devono essere inseriti con estrema attenzione e possibilmente è opportuno utilizzare una casella di posta elettronica creata appositamente per questo portale.

Svolta questa prima operazione si deve creare l’inserzione relativa al proprio appartamento, affinché sia possibile dare tutte le informazioni necessarie a chi intende cercare un appartamento per le vacanze. La scheda dell’abitazione deve essere strutturata con estrema precisione: è necessario inserire l’esatto indirizzo così come bisogna anche esplicare se la proprietà si trova in centro o in periferia.

Inoltre è opportuno inserire anche una descrizione accurata dell’appartamento: per esempio è importante inserire la dimensione della stessa così il numero di stanze da letto, la presenza di bagno e doppio servizio e altre informazioni che, oltre rappresentare un criterio di ricerca fondamentale, offre l’occasione a chi ricerca un appartamento di avere tutte le informazioni necessarie in merito al medesimo, agevolando la decisione finale.

Anche le foto devono essere presenti e inserite con estrema cura, in maniera da offrire una panoramica generale sul tipo di casa o appartamento che si possiede che può essere di gradimento per i clienti.

Altri due elementi molto importanti che devono essere inseriti sono il prezzo e la durata e infine, nelle note, è consigliato esplicare quelle che sono le regole della casa come, per esempio, l’impossibilità di soggiornare con animali da compagnia e altre.

Una volta che l’annuncio viene inserito occorre attendere che un cliente prenda in considerazione la propria inserzione e che la ritenga degna di nota, ovvero che si interessi all’appartamento in questione per un potenziale affitto. In questa circostanza occorre mettere in risalto il fatto che, non appena un cliente invia una richiesta di domanda, nella casella di posta elettronica del padrone viene notificata questa procedura: è quindi possibile entrare in diretto contatto con coloro che possono essere interessati a prendere in affitto quell’appartamento.

Una volta che vengono stabiliti gli eventuali termini e il proprietario, così come il cliente, è convinto di lasciare quell’appartamento, il richiedente deve procedere con la prenotazione e successivo pagamento della somma di denaro esplicata durante l’inserimento dell’annuncio su Airbnb. Ricevuto il pagamento, il compito del proprietario dell’abitazione è quello di far trovare in ottimo stato la suddetta e accogliere il suo cliente, eventualmente informandolo di alcune caratteristiche aggiuntive che riguardano la casa e le regole da rispettare.