Garanzia Giovani: tutte le info utili sul programma europeo

Garanzia Giovani: tutte le info utili sul programma europeo

October 2, 2019 0 By Sylvia Allegri

Youth Guarantee, termine inglese tradotto in “garanzia giovani” è un piano di finanziamento europeo, destinato ai Paesi con un tasso di disoccupazione superiore al 25%. Tra i territori con un tasso così elevato rientra anche l’Italia.

Gli interventi pensati dalla comunità Europea, sono finalizzati all’orientamento e all’inserimento lavorativo dei giovani disoccupati, a condizione che non siano studenti e non siano inseriti in un percorso di formazione. L’Italia, infatti, secondo i dettami europei dovrebbe assicurare a tutti gli under 30 un’offerta di lavoro valida, oppure percorsi di apprendistato, tirocinio formativo ecc. entro 4 mesi dall’inizio della disoccupazione o al termine del percorso scolastico.

Spesso i giovani ignorano le opportunità lavorative promosse dalle autorità sovranazionali. Per immettersi sul mercato del lavoro, però, tali possibilità non sono da sottovalutare; ma bisogna conoscerle e considerarle.

 

Come funziona “Garanzia Giovani”

Grazie al programma “Garanzia Giovani” si può entrare più agevolmente nel mondo de lavoro, se si hanno tra i 15 ed i 29 anni. Lo scopo è quello di valorizzare il background personale e professionale di ogni giovane disoccupato. Ci si può registrare sul sito ufficiale, in modo da creare un profilo utente personalizzato. La selezione delle migliori opportunità avviene anche considerando variabili indipendenti dal soggetto, come la zona territoriale e la densità demografica.

Il successivo passaggio da fare è quello di rivolgersi all’apposito sportello della propria regione, dove gli operatori indirizzano ciascun soggetto presso l’opportunità lavorativa più indicata oppure i tirocini attivi finalizzati all’acquisizione di nuove competenze o a guidare il giovane nella transizione dal percorso scolastico al lavoro.

Le attività di indirizzamento al lavoro avvengono coinvolgendo soggetti pubblici e privati e cercando di far incrociare domanda ed offerta di lavoro. Tra le varie proposte, c’è il servizio civile nazionale o  da svolgersi all’estero, oppure il supporto per l’avvio di un’attività in proprio. 

I finanziamenti senza garanzie

Come accennato, una delle opportunità offerte da garanzia giovani è la possibilità di aprire un’attività in proprio, attraverso dei finanziamenti concessi dal fondo garanzia giovani. Si tratta di una somma messa a disposizione per consentire ai ragazzi di età inferiore ai 30 anni di realizzare un sogno imprenditoriale concreto. Uno dei requisiti per poter accedere al finanziamento, infatti, è redigere un business plan.

A differenza delle banche, le somme che vengono erogate dalle  istituzioni europee nell’ambito di garanzia giovani, non sono soggette a garanzie. L’erogazione in denaro parte da 5.000 euro fino a 50.000 euro e copre differenti categorie di spese: attrezzature, hardware e software, ristrutturazioni, nonché affitto e stipendio dei collaboratori per il primo anno. La restituzione deve avvenire entro 7 anni dall’avvio dell’attività, e la prima rata va pagata dopo 6 mesi.

Per accedere al finanziamento occorrono determinati requisiti: le società devono essere costituite da massimo 9 soci (di cui almeno la metà sotto ai 30 anni, disoccupati e non studenti); devono essere costituite da non più di 12 mesi dalla data di presentazione della domanda e inattive; oppure da costituirsi entro 60 giorni dalla conferma dell’ammissione al finanziamento.

Non si possono, però, rilevare imprese già esistenti ma solo creare attività da 0. Le forme societarie abilitate alla ricezione del finanziamento sono le ditte individuali e le società di persone, ad eccezione della SRL (società a responsabilità limitata).