Poker online: un giro d’affari di oltre 70 milioni di euro nel 2018

Poker online: un giro d’affari di oltre 70 milioni di euro nel 2018

February 9, 2019 0 By Sylvia Allegri

Chi non ha mai avuto l’occasione di giocare a poker online? Le nuove tecnologie e i passi in avanti importanti che vengono compiuti di anno in anno nel settore dell’informatica permettono a chiunque di avere a disposizione degli strumenti utili per giocare online. Le partite a poker attualmente vengono effettuate in gran parte proprio attraverso la rete, nei siti di casino che mettono a disposizione legalmente questo divertente gioco. Le origini di questo interessante passatempo si perdono nell’antichità e sicuramente il poker ha affascinato da tantissimo tempo molte persone. Scopriamone di più su questo gioco con le carte e sul giro d’affari che lo caratterizza.

Il business del poker online

Al giorno d’oggi il poker si gioca in molti casi su internet, grazie ai casino online italiani legali che danno a chiunque, con determinati requisiti, a partire dalla maggiore età richiesta, la possibilità di creare un account per avere a disposizione un conto attraverso il quale iniziare a giocare in poco tempo.

Il business del poker e in particolare di quello online è davvero interessante da analizzare. Dobbiamo ricordare infatti che nel corso del 2018 il giro d’affari è stato in particolare di più di 70 milioni di euro. Sono numeri davvero rilevanti, che ci fanno capire l’importanza che assume per molte persone la possibilità di divertirsi online con determinati giochi.

Le informazioni in questione sono state raccolta dall’AGIMEG e riguardano esclusivamente la versione online del gioco. L’intero mercato del poker in tutto il mondo nel corso del 2018 ha raggiunto dei ricavi di quasi 44 miliardi.

È sempre più di attualità la diffusione dei giochi online. E non facciamo riferimento esclusivamente al poker, ma sempre più interessanti risultano agli occhi degli appassionati anche altri giochi, come le slot machine, il blackjack o la roulette.

Non si può non considerare, parlando del futuro del poker, proprio questo aspetto: sempre più persone decidono di giocare online e per questo motivo un futuro di questi giochi può essere sempre più rapportato all’utilizzo della rete.

Le origini del poker

Ma quando è nato il poker? Le origini di questo gioco molto coinvolgente non sono molto chiare. Qualcuno sostiene che il gioco sia nato proprio nel nostro Paese, considerando l’esistenza di un passatempo molto antico che aveva delle regole simili proprio al poker. Stiamo parlando dello zarro milanese.

Questo gioco fu addirittura vietato da parte di Francesco Sforza attraverso un apposito editto, ma questo divieto non impedì ad esso di diffondersi ulteriormente. I due giochi presentano delle differenze, ma lo zarro milanese aveva qualche somiglianza proprio con il poker, tanto che alcuni pensano che le origini del famoso gioco con le carte siano da rintracciare proprio nella nostra penisola.

La maggior parte degli esperti però considera il poker un gioco dalle origini persiane. Alcuni marinai lo avrebbero introdotto a New Orleans, che era una colonia della Francia. Proprio in quel luogo i francesi avrebbero imparato le regole del poker e le avrebbero portate in Francia.

Un elemento che farebbe propendere verso questa ipotesi è proprio l’origine della parola poker, che sarebbe correlata alla parola francese poque, con il significato di inganno.