Prestiti di liquidità BancoPosta

Prestiti di liquidità BancoPosta

November 18, 2016 0 By Sylvia Allegri

Poste Italiane conta un’ampissima offerta di prestiti, sia di scopo che di liquidità.

I prodotti BancoPosta si rivolgono alla più vasta platea di clienti, da quelli che hanno bisogno di un finanziamento a medio/lungo termine – magari finalizzato all’acquisto o alla ristrutturazione della prima casa – a chi ha esigenze di liquidità e non desidera impegnarsi per molto tempo.

Con l’opzione ”base” di prestito BancoPosta si possono ottenere fino a 30.000 euro, da rimborsare al massimo in 7 anni, senza l’obbligo di accendere un conto corrente presso l’ente.

Per rendere più flessibile questa tipologia di finanziamento, è possibile scegliere il prodotto dedicato ai titolari di un conto BancoPosta o di un libretto di risparmio ordinario nominativo: in questo caso, ferme restando le altre caratteristiche del finanziamento, è possibile allungarne il piano di rientro fino a 9 anni, saltare una rata di rimborso mensile e spostarla alla fine del periodo di ammortamento, nonché modificare l’importo della rata stessa.

I correntisti di Poste Italiane o i titolari di Carta “Postepay Evolution”, possono ottenere un mini prestito di 3.000 euro, da restituire in 22 mesi, anche se non posseggono una busta paga.

 

BancoPosta: i prestiti per la casa e di consolidamento

 

Poste Italiane dispone di un’ampia offerta rivolta a chi ha bisogno di un finanziamento a medio/lungo termine di importo notevole.

Si tratta dei prestiti di scopo rivolti all’acquisto dell’abitazione principale o alla sua ristrutturazione, con capitale massimo erogabile pari a 60.000 euro e rimborso fino a un massimo di 10 anni.

Per ottenere i prestiti banco posta online bisogna essere correntisti dell’ente e spesso viene richiesta la sottoscrizione di una polizza vita, con agevolazioni e incentivi mirati per i prodotti insurance di Poste Italiane.

Con il prestito di consolidamento, invece, si possono riunire in un’unica rata tutti gli impegni finanziari in essere, ottenendo un credito massimo di 50.000 euro con un piano di ammortamento che può arrivare fino a 8 anni.

Anche in questo caso, tra i requisiti richiesti per l’ottenimento del prestito vi è quello di essere titolari di un libretto postale nominativo o di un conto BancoPosta.