Poker online: come si gioca e come funziona l’All In

Poker online: come si gioca e come funziona l’All In

March 10, 2019 0 By Sylvia Allegri

Quanto è alta la passione degli italiani per il poker? Sicuramente molto, dato che molto spesso ci si ritrova anche a casa di amici o con i colleghi del lavoro per una bella partita a quello che è senza ombra di dubbio uno dei giochi più gettonati al mondo. La passione per il poker è talmente elevata da far riscuotere forti consensi anche alla versione “online”: sono ormai davvero molti i siti web che consentono ai giocatori di iscriversi e giocare a poker online, sfidando gli altri concorrenti e cercando di vincere discrete somme.

Poker online, come si gioca

Chiaramente, gli utenti che vogliono avvicinarsi per la prima volta a giocare al poker online devono conoscere in maniera approfondita tutte le regole di questo gioco che non passa mai di moda. Se si ha già una certa esperienza con il poker classico, l’apprendimento è praticamente istantaneo. Se invece il giocatore è un “novizio” in tutto e per tutto, è bene che impari al più presto tutte le regole più importanti che stabiliscono il funzionamento di una partita di poker online.

Anzitutto, va precisato cosa si intende per turno di gioco, ovvero su quali opzioni possiamo basarci quando è il nostro turno. In genere, nel giro di puntate, l’utente può orientarsi tra quattro scelte possibili. La prima è il “fold”, ovvero lasciare la mano: il giocatore decide di non proseguire la mano e di rimettere tutte le carte nel mazzo.

Un’altra possibilità è invece il “call”, ovvero il “vedere”, che fa sì che il giocatore vada a pareggiare l’ultima puntata con un numero sufficiente di fiches da mettere sul piatto; al contrario, se il giocatore decide di non piazzare alcuna puntata e di passare l’iniziativa al giocatore successivo, la mossa prende il nome di “check”. Nel “check”, se il giocatore successivo effettua una puntata, il gioco torna al giocatore che aveva passato e che non potrà passare di nuovo.

Infine, se il giocatore intende piazzare una puntata più alta rispetto a quella più elevata fatta fino a quel momento, vuol dire che sta effettuando un “raise”, ovvero un rilancio. A quel punto, per gli altri giocatori esistono soltanto due opzioni: o si abbandona la mano oppure si “vede” la puntata (pareggiandola), a meno che non decidano a loro volta di rilanciare. Il giro di puntate può dirsi concluso quando tutti i giocatori hanno pareggiato la puntata più alta o quando hanno abbandonato la mano.

Poker online, come funziona l’All In

Il gioco può essere senza limiti oppure può avere dei limiti di puntata. Nel poker online senza limiti il giocatore può anche decidere di giocarsi tutte le fiches in una volta sola, mentre nel gioco con limiti di puntata il rilancio non può superare una certa soglia. Inoltre, è possibile anche stabilire un limite per i rilanci da effettuare nello stesso giro di puntate: in genere questo “cap”, ovvero il “tetto, viene fissato a 3 rilanci.

Ma cosa succede se il giocatore non può pareggiare l’ultima puntata per mancanza di fiches? L’interessato potrà effettuare un rilancio più basso (in inglese “all in”) e parteciperà alla divisione del piatto solo per la parte coperta dalle fiches di cui dispone. Nel caso del poker online, tutto il resto, ovvero la parte residua, andrà al software.