Pulizia e manutenzione del condizionatore

Pulizia e manutenzione del condizionatore

June 8, 2020 0 By Sylvia Allegri

I condizionatori d’aria richiedono una manutenzione regolare , questo affinché l’unità funzioni in modo efficace ed efficiente durante i suoi anni di servizio.

Trascurare la manutenzione comportante un costante declino delle prestazioni del climatizzatore mentre il consumo di energia aumenta costantemente. Inoltre la mancata pulizia dei filtri può rappresentare una minaccia alla salute.

Pulizia filtri del condizionatore d’aria

Il compito di manutenzione più importante che assicurerà l’efficienza del tuo condizionatore d’aria è di sostituire o pulire regolarmente i suoi filtri. I filtri intasati e sporchi bloccano il normale flusso d’aria e riducono significativamente l’efficienza del sistema. Con il normale flusso d’aria ostruito, l’aria che bypassa il filtro può trasportare sporcizia direttamente nella serpentina dell’evaporatore e compromettere la capacità di assorbimento del calore della serpentina. La sostituzione di un filtro sporco e intasato con uno pulito può ridurre il consumo energetico del condizionatore fino al 20 percento.

Per i condizionatori d’aria centralizzati, i filtri si trovano generalmente da qualche parte lungo la lunghezza del condotto di ritorno. I filtri dei condizionatori portatili si trovano nell’unità stessa, mentre per quelli a muro vanno smontati nello split.

I condizionatori d’aria a muro stanza hanno un filtro montato nella griglia che si affaccia sulla stanza.

Alcuni tipi di filtri sono riutilizzabili (la maggior parte, ad esempio quelli di DAIKIN); altri devono essere sostituiti.  Pulisci o sostituisci il filtro del tuo impianto di climatizzazione ogni mese o due durante la stagione calda. I filtri potrebbero richiedere un’attenzione più frequente se il condizionatore d’aria è in uso costante, è soggetto a condizioni polverose o in casa sono presenti animali domestici con pelo folto. I filtri si smontano, si puliscono con acqua e sapone, si asciugano e si rimontano nell’unità. Non si devono usare altri prodotti, non usare diluenti a base di alcool o benzina o comunque infiammabili.

In caso di rottura di un filtro si può acquistare online, normalmente sono universali, cambia la grandezza a seconda della potenza dell’impianto, ad esempio 9000 o 12000 Btu.

Gli scarichi della condensa possono occludersi con lo sporco prodotto nel tempo dall’ acqua o con il calcare che si forma. Uno scarico occluso non permette alla condensa prodotta di defluire all’ esterno, le conseguenze sono perdite di acqua dallo split.

Occasionalmente, passare un filo rigido attraverso i canali di drenaggio dell’unità. I canali di scarico ostruiti impediscono a un’unità di ridurre l’umidità e l’umidità in eccesso risultante può scolorire pareti o moquette.

Se la pulizia non sortisce effetto controllare che lo scarico della condensa sia stato fatto ad arte, ovvero è in pendenza per il deflusso dell’ acqua verso lo scarico o verso l’esterno.

Guarnizioni per finestre per condizionatori d’aria ambiente

All’inizio di ogni stagione fredda, se usiamo il condizionatore per riscaldare un ambiente, in pompa di calore, ispezionare la guarnizione tra il condizionatore d’aria e il telaio della finestra per assicurarsi che entri in contatto con la custodia metallica dell’unità. L’umidità può danneggiare questo sigillo, permettendo all’aria fresca di fuoriuscire da casa tua.

Condizionatore che fredda poco

In questo caso potrebbe essere effettuata una ricarica del gas refrigerante che con il tempo può essere fuoriuscito dall’impianto realizzato. Attenzione, se il montaggio è recente e il condizionatore fredda poco è probabile che le “cartelle” dell’impianto siano state fatte male, per cui una ricarica potrebbe non risolvere il problema. Il gas uscirebbe nuovamente dall’impianto. In caso di ricarica far controllare sempre il cartellamento dei tubi che collegano split a motore esterno.