Agende personalizzate: come organizzarle al meglio per il lavoro

Agende personalizzate: come organizzarle al meglio per il lavoro

June 10, 2021 0 By Sylvia Allegri

Sono uno degli strumenti immancabili nell’organizzazione del lavoro, le agende personalizzate aiutano a memorizzare appuntamenti, riunioni, scadenze e clienti.

Tenere a mente tutto è difficile ma grazie a questi strumenti diventa molto più semplice, veloce e sicuro gestire il proprio tempo, la propria attività e non perdere neanche un impegno.

Sebbene il mondo digitale offra una serie di opzioni per organizzare i propri appuntamenti senza ricorrere al cartaceo, l’agenda personalizzata classica resta comunque lo strumento che offre grande affidabilità e che ancora è molto richiesto tant’è che ogni anno tutti attendono con impazienza i nuovi modelli: scopri qui la collezione di agende personalizzate 2022.

Un’unica agenda per avere tutti gli impegni sotto controllo

Non è necessario avere più agende per situazioni diverse.

Basta un’unica agenda per avere tutti gli impegni a portata di mano senza essere costretti a dover andare a cercare qua e là.

L’agenda unica rappresenta quindi la soluzione più comoda e funzionale per ricordare le cose, specie se riusciamo a suddividerle per argomento, mese e anche per colore.

Proprio i colori potrebbero infatti aiutarti a distinguere gli impegni lavorativi da quelli familiari. L’importante è trovare il metodo di classificazione più adatto alle proprie esigenze.

Come scegliere le agende personalizzate

Non tutte le agende sono uguali: ce ne sono giornaliere, settimanali, mensili, flessibili, morbide o con gli anelli.

La maggior parte sono divise per sezioni con le informazioni personali, l’agenda vera e propria, il calendario, i recapiti, le informazioni utili, la lista delle cose da fare.

La scelta dipende solo dai tuoi gusti personali e dalle tue necessità.

Bisogna comunque ricordare, che per essere un valido aiuto, l’agenda deve seguirti come l’ombra, altrimenti rischi di perdere appunti e di dimenticare di memorizzare incontri e scadenze.

Agende personalizzate: ecco come usarle al meglio

Come tutte le novità, quando si parte l’entusiasmo è alle stelle, dopo un po’ però, ci si dimentica perfino dell’obiettivo.

Così quando si scarta un’agenda nuova di zecca si è carichi di speranze e di volontà di usarla al meglio ma questa volontà con il passare del tempo, se non si traduce in routine, finisce presto per essere surclassata da un altro impegno o obiettivo.

La prima regola, quindi, è quella di creare l’abitudine, dedicare cioè alcuni minuti al giorno a scrivere gli impegni così da fare diventare questa pratica una routine irrinunciabile.

La seconda regola, che abbiamo già menzionato, consiste nel portare sempre con te l’agenda così da averla a disposizione in qualsiasi momento ti occorra scrivere un appunto o calendarizzare un incontro.

L’ultima pratica da tenere a mente per usare al meglio le agende personalizzate, è quella di usare la massima precisione.

Soprattutto per chi ha le giornate frenetiche e piene è fondamentale indicare con la maggiore accuratezza possibile ogni impegno in calendario.

Solo con questa accortezza le agende personalizzate si riveleranno un alleato insostituibile nell’organizzazione del nostro lavoro.

Qualche consiglio utile per organizzare l’agenda

Per concludere ecco alcuni consigli per aiutarti a tenere l’agenda in ordine, sempre aggiornata e precisa:

  • scegli un’agenda personalizzata dal colore acceso e tienila in un posto visibile, questo ti aiuterà a ricordarti di controllarla regolarmente e aggiornarla;
  • scrivi, se possibile, a matita, così potrai cancellare o modificare gli impegni più rapidamente e senza pasticciare troppo l’agenda;
  • usa i colori o gli adesivi per attirare la tua attenzione su alcuni impegni o su alcune cose da ricordare. L’agenda assumerà anche un aspetto meno noioso;
  • programma anche il tuo tempo libero è un modo per ricordarti che devi trovare anche il tempo per divertirti, stare con gli amici o in famiglia, concederti qualche piccola coccola;
  • ricordati, nel passare da un’agenda all’altra, di trascrivere compleanni, ricorrenze e le scadenze che si ripetono ciclicamente ogni anno.