Corsi di nuoto per bambini: benefici ed età

Corsi di nuoto per bambini: benefici ed età

July 31, 2019 0 By Sylvia Allegri

Lo sport è un’attività benefica per grandi e piccini. Uno dei primi sport che un bambino potrebbe praticare e trarne beneficio è sicuramente il nuoto. I bambini, spesso e volentieri, sono attratti dalla piscina, per loro la vasca è un luogo divertente e può aiutare il loro sviluppo psicofisico e coordinamento neuromotorio.

A quale età è possibile iscrivere un bambino ad un corso di nuoto?

Il nuoto è uno sport molto precoce.

I bambini, infatti, possono prendere familiarità con l’acqua già a soli 3 mesi attraverso i cosiddetti corsi di acquaticità, che si svolgono ovviamente in una piscina molto bassa e con il supporto di un genitore o di un familiare.

Gli esercizi svolti durante questi corsi sono utili a garantire lo sviluppo della mobilità e la coordinazione dei movimenti. Questo tipo di corsi sviluppano il legame tra il bambino ed i genitori. I veri e propri corsi di nuoto sono strutturati per bambini dai 4 anni in poi, poiché numerosi studi hanno dimostrato che prima di questa età i bambini non sono in grado di essere autonomi in acqua e di sviluppare le competenze necessarie a poter nuotare liberamente da soli.

Quest’età è adatta per impartire ai bambini le prime lezioni di nuoto, far sì che non abbiano paura dell’acqua e imparino i primi movimenti, non è possibile per dei bambini così piccoli frequentare dei veri corsi a finalità agonistiche. Deve esser tutto percepito come un gioco ed un momento di libertà del piccolo.

Giunti all’età di 6 anni, se i bambini hanno raggiunto abbastanza autonomia da muoversi liberamente in acqua, è possibile affinare le tecniche natatorie con dei corsi finalizzati a questo scopo. Sarà l’istruttore a valutare l’età adatta del bambino per passare ad un allenamento “più serio” valutando il bambino che si trova d’avanti.

Iniziare a nuotare in età più “avanzata” potrebbe invece risultare problematico sia per lo sviluppo del corpo sia per il fatto che l’acqua potrebbe spaventare il ragazzino che si approccia per la prima volta a questo sport, e lo farà con più timore.

I benefici del nuoto

Questo sport consente al corpo e alla mente di chi lo pratica di beneficiare di una moltitudine di effetti positivi. Si tratta di un’attività che scioglie i muscoli e rilassa il corpo.

Per i bambini che si approcciano al nuoto e crescono praticando regolarmente lezioni in piscina è assicurato il corretto sviluppo fisico-scheletrico, infatti è uno sport “completo” proprio perché praticandolo sono interessati molti muscoli. I nuotatori crescono con un torace ampio e schiena dritta, di sicuro due caratteristiche da non sottovalutare. Il nuoto aiuta anche a smaltire le calorie in eccesso, e dato che i bambini spesso mangiano più di quanto richiesto dal proprio organismo, in questo modo è possibile accelerare il dimagrimento.

Senza contare il fatto che gli sport acquatici riducono il rischio di malattie croniche e con una pratica regolare migliorano persino la salute cardiovascolare ed abbassano la pressione. I benefici di questo sport, ovviamente, sono anche per gli adulti.