L’economia on-demand sta cambiando i ritmi dell’impresa

L’economia on-demand sta cambiando i ritmi dell’impresa

June 29, 2020 0 By Sylvia Allegri

Negli ultimi tempi stiamo vivendo una vera e propria rivoluzione dell’economia on-demand che spinge imprenditori, lavoratori e consumatori a sperimentare nuovi modi di fare business e di lavorare.

Che cos’è l’economia on-demand?

L’economia on-demand alla base ha un modello che pone le sue fondamenta sull’utilizzo di servizi richiesti dal cliente in modo rapido e veloce. Per soddisfare le necessità del cliente di conseguenza l’impresa è chiamata a rispondere ad una velocità molto sostenuta, stravolgendo quindi i ritmi di lavoro abituali.

L’economia on-demand ha letteralmente cambiato la vita di tutti noi negli ultimi anni in cui abbiamo visto una forte variazione nella correlazione classica tra domanda ed offerta ma anche in relazione al concetto di fruizione del servizio o del prodotto.

Alla base c’è la richiesta del consumatore a cui l’azienda deve seguire con una risposta quasi immediata, appunto “on-demand”. Questo tipo di economia che ha dato vita negli ultimi anni a fenomeni come Airbnb, Uber, JustEat e tanti altri, ha portato alla nascita di una nuova classe di imprenditori e di lavoratori, chiamati a mettere in atto una vera e propria rivoluzione industriale. Andiamo a vedere come l’economia on-demand sta rivoluzionando i ritmi dell’impresa.

L’economia on-demand sta cambiando il lavoro ed i ritmi d’impresa

Ormai sono sempre di più le imprese che lavorano nel contesto dell’economia on-demand e sono destinate a crescere sempre di più. Allo stesso tempo anche i lavoratori devono essere pronti a lavorare nel momento in cui il cliente lo richiede.

È il caso ad esempio dei bikers che si occupano delle consegne per i diversi brand di consegna di cibo a domicilio. Questi lavoratori devono essere pronti a scattare al momento in cui una notifica sullo smartphone li avverte che è necessaria una consegna, da svolgere con ampi margini di autonomia.

Questa tipologia di lavoratori non ha bisogno, di solito, di specifiche competenze tecniche, tanto che secondo le ultime analisi sono sempre di più le persone che cercano soddisfazione professionale abbracciando una di queste nuove professioni.

Con la rivoluzione dell’economia on-demand modalità di lavoro che un tempo era riservata quindi a lavoratori specializzati è diventata invece alla portata di chiunque. Ognuno può diventare autista Uber, fattorino JustEat, host Airbnb, senza nessuna competenza.

Sono sempre di più le aziende specialistiche che nascono con lo scopo di accontentare bisogni on-demand, allo stesso tempo però si è arrivati ad una rivoluzione anche di professioni che continuano a richiedere un certo grado di competenza ma che hanno cambiato totalmente il modo di porsi sul mercato.

Basti pensare, ad esempio, ai numerosi portali che consentono a diversi professionisti di proporsi (web writer, traduttori ecc) scegliendo i propri lavori e decidendo il proprio compenso. Al giorno d’oggi quindi, per le aziende che fondano il proprio mercato sulla soddisfazione dei bisogni puntuali del cliente, sono completamente cambiati i ritmi d’impresa.

Esempio tipico è Amazon. Fino a qualche decennio fa infatti gli e-commerce funzionavano come semplici vetrine attraverso le quali il cliente sceglieva un prodotto che gli veniva poi recapitato con tempi di consegna anche abbastanza lunghi.

Amazon invece ha cambiato completamente il concetto di impresa, adeguandosi a quelle che sono le richieste della clientela, cioè ricevere in un lasso di tempo molto stretto il prodotto ordinato (circa 24 ore). Per poter arrivare a questo risultato tutta la catena di Amazon è stata rivoluzionata in modo tale da adeguarsi al raggiungimento dello scopo. I lavoratori hanno mutato le proprie abitudini, l’azienda ha cambiato i ritmi d’impresa.

Molto probabilmente l’economia on-demand continuerà la sua espansione in futuro, dando vita a generazioni di lavoratori “freelance” che potranno scegliere il lavoro che vogliono scegliendo di svolgerlo quando preferiscono.